Afrofuturism Art And Cyberpunk.

 

Il cyberpunk è un sottogenere della fantascienza che presenta scienza e tecnologia avanzate in un futuro urbano e distopico. Da un lato ci sono potenti mega-corporazioni e forze di sicurezza private, e dall’altro hai l’oscuro e crudo mondo sotterraneo del commercio illegale, delle bande, della droga e dei vizi. È emerso negli anni ’80 ed è considerato cristallizzato in seguito alla popolarità di “Neuromancer” di William Gibson, considerato da alcuni il precursore e l’ispirazione per la trilogia di “Matrix”. In breve, si tratta delle esperienze di hacker fuorilegge del personaggio centrale in una “allucinazione collettiva di realtà virtuale” chiamata Matrix a cui si accede collegando il cervello al cyberspazio … La storia è ambientata in una civiltà terrestre distopica ad alta tecnologia controllata da grandi società. Ciò che rende anche ‘Neuromante’ unico è che al momento in cui è stato scritto Internet era ben lontano da dove si trova ora, ma ciò non ha impedito a Gibson di coniare il termine ‘Cyberspazio’ anche se all’epoca non possedeva un computer. ha scritto il suo romanzo rivoluzionario che successivamente ha vinto numerosi premi e da allora ha acquisito lo status di Cult.

Cyberpunk is a sub-genre of science fiction that features advanced science and technology in an urban, dystopian future. On one side you have powerful mega-corporations and private security forces, and on the other you have the dark and gritty underworld of illegal trade, gangs, drugs, and vice. It emerged in the 80s and is considered to have been crystallised following the popularity of William Gibson’s, ‘Neuromancer’, considered by some to be the  precursor and inspiration for the ‘Matrix’ Trilogy. Briefly, its about the Central Character’s outlaw Hacker experiences in a ‘Collective Virtual Reality Hallucination’ called the Matrix which is accessed by plugging the Brain into Cyberspace…The story is set in a Dystopian High Technology Earth Civilization controlled by big Corporations. What also makes ‘Neuromancer’ unique is that at the time it was written the Internet was a far cry from where it is now, but that didnt stop Gibson from coining the term ‘Cyberspace’ even though he didnt own a Computer at the time he wrote his groundbreaking Novel which subsequently won numerous awards and has since acquired Cult status.