Arriva a German-Italian German Experience.

L’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e il ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (MAECI) hanno lanciato in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) e la sua controparte tedesca, il Fashion Council Germany (FCG), il progetto transnazionale German Italian Fashion Experience, per gli stilisti di moda dei due paesi.

Con l’obiettivo di favorire una partnership bilaterale di lungo periodo, il progetto prevede la promozione del design di moda sostenibile e responsabile sia italiano che tedesco, seguito dalla creazione di network di valore nel mercato della moda tedesco.

La manifestazione verrà trasmessa virtualmente dall’8 all’11 giugno e sarà aperta a insider del settore e retailer al sito web www.german-italian-fashion-experience.com.

“Sostenere i brand emergenti – commenta Carlo Capasa presidente della CNMI – è sempre stato un pilastro della missione di CNMI. Per questa ragione, sono molto soddisfatto dell’iniziativa organizzata assieme a ICE e al Fashion Council Germany, dove 10 dei nostri giovani stilisti di talento condivideranno e si scambieranno le proprie visioni con 10 brand junior tedeschi.

In queste circostanze sfidanti per la nostra industria, sostenere in maniera attiva i brand emergenti è cruciale e la German Italian fashion Experience 2021 offre un esempio inimitabile di questo impegno. Il progetto permette ai nostri stilisti di presentare le proprie collezioni a un pubblico internazionale e promuovere uno scambio culturale tra giovani talenti”.

I 10 brand tedeschi scelti saliranno sul palco dopo la sessione degli stilisti italiani, presentando i loro look ad esperti internazionali. I marchi italiani sono Gentile Catone, Gilberto Calzolari, Apnoea, Melampo, MRZ, Radica Studio, Tiziano Guardini, oltre ad alcune etichette di accessori come Amato Daniele, Michele Chiocciolini e il brand no-gender DassùYAmoroso. Dal lato tedesco, i brand sono 20. Tra questi, Antonia Zander, Buki Akomolafe, Julia Leifert, Lara Krude, Natascha von Hirschhausen, Nina Rein, Working Title oltre a Faulhaber Products, Lutz Morris e il brand no-gender Oftt per gli accessori. (ANSA).