COLOURS AND LIGHTNESS OF THE DAY BEFORE YESTERDAY.

Sembra lontana la decade che racchiude gli stili e le tendenze degli anni 80 e 90. Nulla di più falso. Con prepotenza quegli anni rientrano nella vita di oggi, senza temere confronti, anzi suggerendo modi di essere, di vivere, di confrontarsi.

Rimangono di ispirazione, come capisaldi di un mondo che ora stenta a riconoscersi, come ancore a cui aggrapparsi per avere certezze, anche identità. Predominavano i colori che si mescolavano senza incertezze, senza timori.

Uno stile anche complesso ma leggero, visivamente piacevole, ricco di spunti e matrice di veri e propri stili. I colori dosati, gli accessori fuori schema, ma portati con disinvoltura, una leggerezza visiva nel complesso, mai fuori luogo, anzi creatrice essa stessa di luoghi, di mondi, di tendenze.

Riabbracciare con forza quello che fu, riproponendolo in modi sempre diversi è riappropriarsi di creatività, rendendo più libere le scelte per mostrarsi per quello che si è per davvero, servendosi della moda.

La moda come strumento di libertà rimane un tema importante, figlia delle epoche in cui vive, uno strumento di comunicazione unico dove quasi tutto è concesso, dove quasi tutto può essere sdoganato, in nome della libertà di espressione.