Dalla discoteca alla moda Ecco la linea di abbigliamento Capostile di Mattia, Bruno e Francesco.

Da imprenditori del mondo della disco a imprenditori della moda: la nuova vita professionale di tre chioggiotti.

Il Covid ha messo in ginocchio il loro settore: tutto chiuso, niente eventi, niente soldi. Ma i tre non si sono dati per vinti e si sono reinventati ottenendo così tanto successo da essere pronti a presentare, il prossimo 20 aprile, la prima collezione firmata dallo stilista Valerio Farina, l’astro nascente della moda italiana protagonista all’ultima Milano Fashion Week. “Come le onde, ci muoviamo sempre in avanti senza mai arrenderci”, sono le parole di Mattia Gianni, organizzatore di eventi in discoteca che, in questi tempi bui per il divertimento, con l’aiuto di Bruno e Francesco (amici e collaboratori da una vita), prova un percorso laterale che li porta nel mondo della moda.

“Nel periodo più difficile – prosegue Mattia Gianni – caratterizzato dall’incertezza, abbiamo cercato di guardare avanti, facendo nascere la nostra linea di abbigliamento Capostile.

Noi, uniti dalla passione per la vita notturna, abbiamo intrecciato le nostre vite in un unico filo; e con questo filo, Valerio Farina, giovane stilista italiano di streetwear, ha realizzato per noi la prima collezione che sarà disponibile dal 20 aprile nel digital store www.shop.aftercaposile”.

Esiste da sempre un collegamento tra la moda e la club culture ed è da questa relazione che nasce la collaborazione con Farina. Valerio, 33 anni, di origini molisane è uno degli stilisti emergenti più quotati del momento.

Chiude la Milano Fashion Week maschile con una sfilata all’insegna dello street style.

Spiega ancora Mattia Gianni: “Valerio ci ha seguito nella scelta dei tessuti, stampe, taglio dei capi, sempre lasciando libero spazio alle nostre idee, nella scelta delle grafiche, colori e stili. Capostile è innovazione e amore, una collezione dallo stile minimal che la rende autentica. Abbiamo dedicato molto tempo alla realizzazione di questo progetto, una nuova bella sfida che siamo orgogliosi di intraprendere in questo momento storico”.