Festival del cinema: Venezia capitale assoluta della moda dove tutti vogliono esserci.

Hollywood e il miglior cinema italiano. Alla 78.ma Mostra di Arte Cinematografica ritornano Warner, Netflix, i cast stellari e Venezia si conferma città della moda per eccellenza, dove tutti vogliono esserci, passerella ideale per far tornare a risplendere il glamour offuscato dal Covid. Con la sua storia gloriosa — la rassegna nata nel 1932, fu la prima al mondo, il tappeto rosso cinematografico della laguna non è solo immagine, ma anche un palcoscenico che riscrive il costume e invia al mondo messaggi sociali, come ricordava il direttore della mostra Alberto Barbera. Lo sanno bene i brand, che fanno di tutto per esserci, come sponsor, con auto, champagne, aperitivi, gioielli, vestiti, scarpe, borse, prodotti di make up e capelli.

«Il red carpet al Lido è senza dubbio la passerella più autorevole e importante al mondo con la moda che prende corpo attraverso le star — mai così numerose — che partecipano con l’emozione e la consapevolezza di trovarsi in un luogo magico , come ricorda Marvi De Angelis, immancabile consulente d’immagine con il suo studio Marver.

Una edizione affollata di donne coraggiose e di carattere come Jamie Lee Curtis, Leone d’oro alla carriera (che torna anche nel ruolo di Laurie Strode nel cult horror «Halloween 4») dedica il premio a «tutte le coraggiose eroine nel mondo che affrontano a testa alta ostacoli insormontabili rifiutando di arrendersi». Quale occasione migliore per la moda che vuole farsi partecipe dell’empowerement femminile?

Ragazze come Kristen Stewart che nel 2019 urlava al mondo «Non ho più paura di essere me stessa» e ora torna nel ruolo di Lady Diana in «Spencer», l’attesissimo dramma di Pablo Larrain, e racconterà del weekend che portò la principessa a decidere di divorziare dal principe Carlo. Giovani scoppiettanti e talentuose come la madrina Serena Rossi che recita, canta, presenta senza snobismi, con l’energia della sua Napoli. La moda alla rassegna debutta fin dall’arrivo della madrina davanti all’hotel Excelsior che, come da tradizione, avrà il compito di promuovere il Made in Italy con abiti di Armani Privé, Etro, Alberta Ferretti e Valentino.

Venezia è lo scenario che tutti vogliono anche per le loro sfilate e gli eventi. Dopo Rich Owens è arrivato Valentino, che il 10 luglio ha scelto le Gaggiandre dell’Arsenale di Venezia, luogo espositivo della Biennale e di grande suggestione, per presentare «Valentino Des Ateliers», la sua collezione di alta moda autunno inverno 2021/2022, quindi S aint Laurent (il 21 luglio) con il direttore Anthony Vaccarello che ha voluto l’isola di Certosa per fa sfilare la collezione-uomo. E ora è la volta di Dolce&Gabbana: il duo stilistico approda a Venezia, dal 28 al 30 agosto, con una serie di appuntamenti e sfilate per presentare le nuove collezioni Alta Moda, Alta Sartoria, Alta Gioielleria e Alta Orologeria.

Anche Alberta Ferretti torna al Lido, non solo come stilista di tanti abiti spettacolare che sfileranno sul red carpet, ma anche da protagonista: riceverà infatti il Women in cinema Award al Lido. È la prima prescelta per questo premio nato da un’idea di Angela Prudenzi, Claudia Conte e Cristina Scognamillo e che si propone di sottolineare il forte legame che unisce cinema e moda. «Nel 2021 ricorrono i 1600 anni della Città di Venezia e da mesi Alberta è chiusa nel suo atelier a Cattolica per creare gli abiti della sfilata che festeggia l’anniversario e andrà in scena il 4 settembre in una dimora del ‘700 alla presenza delle istituzioni locali», ricorda Marvi De Angeli, amica di sempre della stilista.

Ancora glamour e riconoscimenti il 5 settembre con il Filming Italy Best Movie Award (tra i giurati anche Alberto Barbera) diretto da Tiziana Rocca, insieme con Vito Sinopoli . «L’appuntamento è per il 5 settembre con il miglior cinema italiano e la madrina Gabriella Pession — ricorda Tiziana —. Saranno presenti trenta tra attori e registi italiani con consueta passerella sul red carpet prima della premiazione nella sala degli stucchi dell’hotel Excelsior. Poi il 7 settembre altro party , al premio Diva e Donna ospitato al Centurion Palace la bionda signora degli eventi assicura che ci sarà anche il campione olimpico Gianmarco Tamberi.

Tutti vogliono esserci. Tra gli sponsor anche Moët & Chandon (gruppo LVMH), mentre le auto elettriche Lexus traghettano le star dall’hotel Excelsior al tappeto rosso, Campari alimenta i party al tramonto con gli apertivi rossi per la cerchia dei tesserati; e poi ancora Canon e molti altri.

Senza dimenticare le griffe come Etro che affollano silenziose le sale del glorioso Hotel Excelsior, da piene di abiti, scarpe e borse, e soprattutto sartine guidate dalle première, la sarta maestra, ad aggiustare e sistemare i modelli sul corpo di attrici, attori , modelle e influencer prima della passerella.