GORDON WILLIS – THE PRINCE OF DARKNESS

Inizia il nostro viaggio all’ interno della fotografia cinematografica scrivendo pillole-ricordo di alcuni dei suoi formidabili autori da cui hanno preso spunto e prendono ancora molti fotografi di oggi.

Gordon Willis è morto il 18 maggio 2014 all’età di 83 anni. Durante gli anni settanta e ottanta, è stato uno dei più importanti direttori della fotografia del mondo grazie alla trilogia del Il padrino di Francis Ford Coppola e per aver dato luci e ombre ad alcuni indimenticati capolavori di Woody Allen.

Due volte candidato all’Oscar (1984 e 1991), non si è mai aggiudicato la statuetta anche se la New York fotografata in Manhattan sarà per sempre uno dei simboli della Grande Mela.

A Willis va riconosciuta una capacità fuori dall’ordinario di filmare sequenze notturne o in penombra (è stato per questo soprannominato “The Prince of darkness”), che contribuiscono ad alimentare conflitti interiori dei protagonisti e situazioni di estrema suspense.

Ecco alcune delle sue più importanti opere. Fondamentale nella sua filmografia la collaborazione con tre registi, in particolare: Alan J. Pakula, Francis Ford Coppola e Woody Allen.

Della sua opera diceva “Se vedo che qualcosa è di troppo nell’inquadratura voluta dal regista cerco di nasconderlo usando le ombre”.