Il Made in Italy compie 70 anni, e a Firenze riapre la sala della prima sfilata del 1951.

Villa Torrigiani spalancherà di nuovo le porte della sua sala da ballo: nel 1951 si tenne la prima sfilata di moda italiana, merito dell’intuito di Giovanni Battista Giorgini.

Firenze si prepara a celebrare il 70esimo anniversario della moda italiana riaprendo le porte della sala da ballo di Villa Torrigiani: è lì che il 12 febbraio 1951 si tenne la prima sfilata di moda che il Bel Paese abbia mai ospitato. Frutto della collaborazione tra l’ Archivio Giorgini, l’Università di Bologna e l’Associazione OMA, l’iniziativa ospiterà una conferenza internazionale dedicata, con collegamenti via web di esperti che ripercorreranno la storia del savoir-faire fiorentino.

Una data da ricordare oggi, domani, sempre. Perché motivo di vanto e orgoglio dentro e fuori i confini italiani.

Sono passati già 70 anni da quel lontano 12 febbraio 1951: in Villa Torrigiani a Firenze, nacque il Made in Italy con la prima sfilata di moda italiana organizzata da Giovanni Battista Giorgini.

L’imprenditore italiano aveva riconosciuto – e intuito, soprattutto – il grande potenziale dell’artigianalità del Bel Paese, nonché della prestigiosa tradizione sartoriale che avrebbe potuto diventare (come poi è stato) un marchio da esportare.