Moda, Pitti Uomo 102: ritorni in grande stile e spazio all’Ucraina.

Tema guida di questa 102esima edizione del salone più importante dedicato alla moda maschile contemporanea èPitti Island: un’isola immaginaria, appunto, collegata con tutto il mondo in uno scambio reciproco e costante.

Sono 640 i brand protagonisti, il 38% dei quali esteri, tutti presenti anche nella piattaforma digitale Pitti Connect. I numeri sono ancora a inferiori rispetto ai livelli pre-Covid ma comunque in crescita.

Attesa anche per le iniziative dedicate all’Ucraina: da Armata di Mare, ad esempio, la street artist e gallerista Giovanna Colomba decora live nello stand due parka camouflage, simbolo di guerra, trasformandoli in simbolo di pace.

Pezzi unici, che saranno poi venduti e il ricavato donato per supportare i bambini vittime del conflitto. Inoltre, in un’area speciale della fiera, sono ospitati anche alcuni brand ucraini. Sempre alta l’attenzione verso l’ eco-responsabilità.