PARIS FASHION WEEK – SCHIAPARELLI, PSYCO CHIC.

Con la Paris Fashion Week si chiude il Fashion Month più atteso dell’anno, non solo perché in modalità presenza unito al brivido delle sfilate live, ma per la sua proiezione positiva e carica in direzione della prossima estate che si spera lontana anni luce dalle ultime stagioni scandite dalle sfinenti, ma necessarie, limitazioni da contenimento della pandemia.

Così le tendenze moda per la prossima primavera estate 2022 indicano chiaramente quanto il corpo tornerà a farsi ammirare e a esprimersi in tutta la sua bellezza unica e irripetibile. 

I vestiti e gli accessori sono sexy, sono colorati anche se non disegnano il nero come tonalità universale per veicolare, in chiave intellettuale, eleganza e sensualità. Nulla è come prima, basta solo volersene accorgere.

In evidenza – In una presentazione statica nel leggendario atelier di Elsa Schiaparelli in Place Vendȏme a Parigi, Daniel Roseberry che dal 2019 regge il timone creativo, torna con il pensiero alla fondatrice consapevole di quanto la sua personalità abbia marchiato per sempre il futuro del marchio, anche ora che vive solo con il cognome e senza nome.

Dice Roseberry, infatti: «Il termine psycho chic forse non esisteva ai tempi di Elsa – nemmeno ora, a dire il vero – eppure è così che interpreto sempre la sua visione: una donna affascinata dagli albori dell’era tecnologica, dai progressi nei tessuti e nell’ingegneria, dall’avanguardia nel cinema e nell’arte.

Era una mecenate delle arti e un’artista lei stessa, ma anche una specie di scienziata, che sperimentava l’innovazione e celebrava il progresso di tutti i tipi: creativo, sociale, culturale». Un approccio che gli consente di firmare la collezione più Schiaparelli ma anche che più rispecchia la sua autonomia creativa, tra giacche e soprabiti sartoriali e maschili con i bottoni gioiello e revers orlati con i ricami del metro da sartoria, giubbotti in jeans con i seni conici, borse con occhi, naso e labbra e soprattutto preziosi gioielli surrealisti che potrebbero costituire una linea a sé.